Archivi categoria: Giovani

CORSO DI DISEGNO CREATIVO PER BAMBINI E RAGAZZI

Due affermate artiste, mettono i loro talenti al servizio di bambini e ragazzi del Golfo di Gaeta.  Open day Venerdì 10 Febbraio 2017 presso la sede del Centro Studi Aquadro.
Disegno di Lara Artone
Disegno di Rosaria Cefalo

Open day Venerdì 10 Febbraio 2017 presso la sede del Centro Studi Aquadro. Il disegno è molto più di una tecnica: è divertimento, è pensiero, è gioco, è libertà.
Il Centro studi Aquadro organizza il corso di disegno creativo, riservato ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni con lo scopo di sensibilizzarli all’arte e di far sviluppare in loro la fantasia e la capacità espressiva attraverso strumenti, materiali, supporti e tecniche.

Sono due le affermate insegnanti selezionate da Aquadro che seguiranno i ragazzi nel loro percorso di crescita artistico.

  • LARA ARTONE, diplomata all’Istituto Europeo di Design, Visual Artist, affermata Illustratrice di libri per ragazzi.
  • ROSARIA CEFALO, diplomata alla scuola internazionale di Comics, talentuosa illustratrice di libri di favole.

Al termine del corso ci sarà una mostra di opere realizzate dagli studenti.

Durante l’open day sarà possibile effettuare una prova selettiva gratuita e verranno illustrati nel dettaglio i percorsi formativi previsti.

 

Corsi di Inglese pratico per bambini e ragazzi: al via i nuovi corsi, con una prova gratuita

Partiranno il 4 Ottobre 2014 i corsi di inglese pratico per bambini e ragazzi, organizzati dall’Associazione Culturale Aquadro, nati con l’obiettivo  di contribuire a semplificare il più possibile l’apprendimento di tale lingua tramite giochi ed attività studiati per l’età dei partecipanti.

La prima prova, gratuita, si svolgerà il 4/10/2014 presso le aule di Consulcar – Centro Servizi Marina di Minturno, secondo questi orari:

Ore 17:00 – 18:00 prova gratuita per bambini delle elementari

Ore 18:00 – 19:00 prova gratuita per ragazzi di medie e biennio superiori

I corsi saranno di gruppo, o individuali

La docente madrelingua:

diplomata negli USA, vanta una poliedrica esperienza didattica – sia nella scuola primaria che secondaria e nella scuola dell”Infanzia dove tutt’ora lavora – che le consente una conoscenza a 360° del mondo dell’istruzione giovanilie.

Ha tenuto vari corsi di Inglese, e un campo estivo full immersion.

Contatti:

Per informazioni telefonare a : 0771680161

oppure scrivere a:    info @ golfogaeta . it (levare gli spazi)

 

 

Gaeta, Liceo Fermi: Tutto pronto per la “2^ GIORNATA DEL MERITO E DELL’ACCOGLIENZA”

Il Liceo Scientifico Statale ‘’E. FERMI’’ di Gaeta con il suo dirigente, prof.Pasquale Fantasia e il collegio dei docenti hanno indetto anche per l’a.s. 2012/
13 la “2^ GIORNATA DEL MERITO E DELL’ACCOGLIENZA”che si terrà sabato 6 ottobre 2012 alle ore 10.30 nella palestra della sede storica di p.zza Trieste.
La cerimonia ,inaugurata con successo il 1° ottobre del 2011,rinnova, alla presenza delle autorità politiche, religiose e militari ,dei genitori degli alunni premiati, e di tutti gli alunni delle classi prime,quello che è lo scopo dell’iniziativa:promuovere la scuola e la cultura sul territorio, educando le nuove generazioni alla legalità e ad uno studio consapevole e motivato. A tutti i nuovi iscritti l’Istituto donerà una t-shirt con il logo del liceo Fermi. Invece agli studenti che nell’anno scolastico 2011/12 si sono distinti in vari ambiti disciplinari (letterario, scientifico-matematico, sportivo, sociale ed artistico), andrà un simbolico attestato di merito. Ciò proprio a riconoscimento dell’impegno, della determinazione e dell’interesse da loro profuso
verso lo studio,sotto la guida di insegnanti, termini di riferimento non solo della formazione culturale, ma anche nella costruzione di valide basi per l’intera società.

La premiazione dei ragazzi meritevoli vuole, inoltre, avere l’obiettivo di suscitare negli studenti più giovani un sano spirito di emulazione che possa consentire loro di raggiungere mete di eccellenza in ogni campo. La stessa eccellenza dei risultati ,certificati da accreditati Enti culturali regionali e nazionali, ha contribuito e continua a diffondere, fuori dai nostri confini, il nome del Liceo “Fermi” e della

Città di Gaeta.

Ufficio Stampa Liceo Scientifico Fermi Gaeta

Minturno: Venerdì 7 ore 19 Gianni Pittella, Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo,sarà presso la Sala Consiliare del Comune a Minturno

Il 7 Settembre alle ore 19 a Minturno, presso la sala consiliare del Comune, si svolgerà l’evento di presentazione dell’area Lazio Sud dell’Associazione nazionale Prima Persona, fondata dall’ on. Gianni Pittella, Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo. Sarà lo stesso Gianni Pittella a presentare l’associazione Prima Persona a Minturno, insieme all’europarlamentare Guido Milana e ad imprenditori, giovani, artisti, ricercatori, esponenti della società civile e del mondo dell’associazionismo locale, per porre in evidenza e mettere in circolo le risorse, le peculiarità, i saperi e le opportunità del nostro territorio. La manifestazione inizierà con l’intervento di Annalisa Paparella che leggerà un brano sulla Democrazia ed una poesia di Lorenzo Ciufo, poeta di Minturno. Persona, territorio e partecipazione: sono queste le tre parole chiave da cui vogliamo partire. Prima Persona è una associazione culturale e politica (ma apartitica) che vuole rivitalizzare dal basso la democrazia, la partecipazione popolare, per far crescere nuovi spazi di confronto, per ridare credibilità alla politica, per dare voce alle tante realtà organizzate che operano sui territori. Su iniziativa di Gianni Pittella, un gruppo di giovani, intellettuali, studenti, manager, imprenditori, tanta gente comune (le adesioni stanno arrivando numerose) sta dando vita a un nuovo strumento aggregatore di idee e esperienze, di cui il paese è ricco in questo momento di risveglio della voglia di cambiare e di mobilitarsi. La finalità è di favorire la massima partecipazione di ogni singolo cittadino ai meccanismi di formazione delle decisioni. Di fronte alla forza del cambiamento, gli strumenti tradizionali della democrazia rappresentativa vanno ripensati. C’è bisogno anche del tuo impegno in Prima Persona per il nostro territorio, per l’Italia. A breve pubblicheremo il programma dei lavori. Per info: 347 2327867/ 349 2214266 www.primapersona.eu

Scauri, torneo di calcetto per bambini all’insegna del fair play: “Summer Trophy 2012 – Vincere è Partecipare”

L’Associazione Culturale Aquadro in collaborazione con l’ASD Scauri Soccer indice il torneo di calcetto amatoriale “Vincere è Partecipare” (riservato ad i nati negli anni 2001,2002,2003, 2004. Iscrizioni  limitate alla disponibilità di posti)

il Presidente di Aquadro, Alfonso Artone, ha dichiarato a riguardo:

<<Questo torneo rientra nel  nostro progetto di alimentare la cultura dello sport, nei giovani ma soprattutto nei genitori,  che spesso sono, aimè la principale causa dell’eccessivo agonismo e della mancanza di fair play dei loro figli. Basta fare un salto ad una qualunque partita giovanile, non solo di calcio ma anche di altri sport per notare genitori infervorati che incitano i loro figli. Anche chi è armato delle migliori intenzioni spesso finisce per “caricare” i propri figli di una eccessiva responsabilità, che snatura di fatto lo spirito stesso dello sport giovanile, che dovrebbe essere semplicemente divertimento, atletica e fair play. E’ chiaro che una sana competitività è salutare, ma non sto parlando di questo: in vent’anni di esperienza nel volontariato con i ragazzi ho purtroppo notato che è più semplice far capire ai figli lo spirito “amichevole” di un torneo piuttosto che ai genitori. Nei tornei organizzati in passato, sempre amichevoli, tante volte mi è capitato di dover assistere a scene “tragicomiche” di figli che tranquillizzavano i genitori disperati per la sconfitta, spiegandogli che lo spirito del torneo non era tanto vincere quanto “giocare bene” cioè con spirito di sacrificio per la squadra, umiltà, e correttezza ,limitatamente ai propri mezzi tecnici.

E questo mi fa ancora più male in quanto anche io faccio parte della categoria dei genitori, e ora che mia figlia – la più grande – sta iniziando a fare sport, mi rendo conto di quanto sia difficile “farsi da parte”, e lasciar lavorare gli allenatori che fortunatamente la gran parte delle volte sono seri e ben preparati.

Proprio per questo, ho voluto inserire già nel titolo di questo torneo la parola “vincere è partecipare” per sottolineare lo spirito amichevole e di fair play che animerà questo torneo, che potrà svolgersi grazie alla grande amicizia pluriennale dell’amico Andrea Polito, presidente dell’A.S.D . Scauri Soccer.
Il torneo ha un budget nullo per cui l’Associazione Aquadro si apre ad eventuali altre associazioni / enti / esercizi commerciali che volessero contribuire economicamente per l’acquisto dei premi. Il torneo è riservato ai nati negli anni 2001, 2002,, 2003 e 2004 e le iscrizioni e la selezione sono fissate per  Domenica 29 Luglio 2012 alle 17 presso i campi dell’ASD Scauri Soccer (di fronte Suore Orsoline di Scauri, campo Lato Mare), resteranno aperte fino ad esaurimento posti (eventualmente anche fino al 4 agosto, data del primo turno), e previa accettazione del regolamento da parte di genitori e figli ….>>

Per informazioni  sulla disponibilità di posti e sui costi potete scrivere a info@golfogaeta.it

La imprescindibile funzione sociale ed etica delle parrocchie

di Alfonso Artone

Propongo alcune considerazioni che ritengo importanti ma anche doverose per la comunità del nostro territorio e per le persone a me vicine, ora che ho deciso di partecipare in prima persona alla competizione elettorale per le amministrative nel Comune di Minturno per cercare di portare avanti quei valori e quei principi che da sempre hanno guidato le mie azioni.

Nel mio curriculum vitae infatti, una parte preponderante mi ha visto impegnato nel sociale, dapprima in alcune associazioni giovanili e società sportive dove ho sempre e con convinzione puntato sul ruolo educativo dello sport, oltre che sul “fair play”, come vera anima della crescita sportiva, sociale ed umana dei giovani; e da una diecina d’anni soprattutto nell’Azione Cattolica, come educatore, animatore e responsabile del settore Ragazzi (ACR) e Famiglie.

È  stato in questo percorso che mi sono reso conto della straordinaria importanza, sociale ed etica, che la Parrocchia svolge nell’ambito territoriale e pastorale di competenza; una funzione che i nostri nonni conoscevano bene, ma mi sono purtroppo reso conto che oggi sfugge alla gran parte dei nostri concittadini, soprattutto a causa di una serie di luoghi comuni che stanno prendendo piede per mezzo dei media e dei social network.

Ritengo dunque doveroso approntare un breve  résumé,  per chi non ne avesse sufficiente cognizione, sul ruolo sociale delle parrocchie.

La parrocchia, come la definisce il Codice di Diritto Canonico (CDC), al canone 515, è una comunità di fedeli costituita nell’ambito di una Chiesa affidata – sotto l’autorità del Vescovo della Diocesi – ad un parroco quale suo pastore. La parrocchia, quindi, gode di personalità giuridica ecclesiastica pubblica: è dunque un soggetto di diritti e di doveri. Ogni parrocchia è affidata alle cure pastorali di un parroco, la cui nomina è condizionata da alcuni princìpi regolati dal suddetto Diritto Canonico. l CDC, al canone 536, prevede che in ogni parrocchia il parroco sia coadiuvato e assistito da un Consiglio pastorale parrocchiale, con valore consultivo, i cui membri sono nominati dal parroco stesso, o sono scelti dalla comunità parrocchiale. Quest’organo ha la funzione di aiutare il parroco nello sviluppare le grandi linee della “pastorale” (cioè della funzione/missione) parrocchiale. In genere è composto da 5 fino a 20 membri.

Tra le funzioni e attività della parrocchia (riporto solo le principali) ci sono quelle di conservare i documenti della “anagrafe ecclesiastica”, la catechesi (cioè l’insegnamento) in preparazione ai sacramenti dell’iniziazione cristiana e la pastorale (cioè: la funzione o attività di tipo religioso)  dei bambini e dei ragazzi, ad esempio con attività organizzate dall’Azione Cattolica Ragazzi o con lo scautismo.

Poi v’è tutta la straordinaria attività, non solo ludica, dell’Oratorio, che viene a volte chiamato Centro Giovanile.  Esso consiste in un edificio, oppure in un vasto cortile o anche in uno o più ambienti, dove si svolgono le “pastorali” giovanili: in pratica i diversi giochi dei ragazzi con finalità ludiche ed al contempo educative, ma anche riunioni organizzative o religiose. Il nome di oratorio discende infatti dal verbo latino “orare”, cioè pregare, perché inizialmente, quando venne ideato da San Filippo Neri nel 1550, esso era finalizzato al culto e alla preghiera. Poi però, nel corso del tempo, arricchì e diversificò la propria funzione, specialmente con San Giovanni Bosco, a metà dell’800, che ne fece un luogo di aggregazione e di formazione dei giovani non solo religiosa, ma anche sportiva e culturale, e con attività che più tardi, nel tempo, si sono differenziate in altri campi come nella musica, nel teatro ed anche delle sagre giovanili, con una sempre più intensa partecipazione del volontariato.

Oggi, come accade nel nostro comune, molte parrocchie e relativi Oratori hanno aderito ad Associazioni diverse, come l’Azione Cattolica di cui faccio parte, l’ANSPI, il CSI, eccetera, procedendo anche a gemellaggi e a forme di benchmarking  (cioè di scambi di visite e di idee) con Oratori ed Associazioni vicini o anche lontani. Molti Centri Giovanili, oratori, ed Associazioni organizzano Campi-scuola, Gruppi Ricreativi, Centri Estivi, e sperimentano addirittura Web-radio o Web-TV; o scambi di informazione e di cultura attraverso Internet.

Personalmente ho partecipato e organizzato numerosissimi di questi incontri ed in particolare i campi scuola estivi, occasione unica ed irripetibile di aggregazione, amicizia, formazione umana e cristiana per le ragazze ed i ragazzi. Ogni campo scuola ha una “mission” che viene condivisa con  i genitori ed i ragazzi al momento dell’iscrizione, e tutte le attività ed i giochi sono finalizzati al raggiungimento di quella “mission”, tarata sul cammino intrapreso nei gruppi, ma anche dalla loro particolare età o situazione. Alcuni temi dei campi a cui ho partecipato o che ho organizzato ad esempio sono stati l’amicizia, il rapporto con famiglia, il rispetto dell’ambiente, la scuola.

La crescita e l’importanza di queste iniziative parrocchiali è stata tale che il legislatore “italiano” (cioè non solo quello del Vaticano), sia a livello nazionale che regionale ha riconosciuto la sua funzione educativa e sociale svolta nella comunità locale, rispettivamente con la L.R. n.22 del 23.11.2001; e con la L. n.206  del 01.08.2003, stipulando con gli Enti ecclesiastici della Chiesa cattolica una intesa ai sensi dell’art.8, 3° comma della Costituzione.

Nel nostro comune, fortunatamente, fervono le attività oratoriali, dell’ACG (Azione Cattolica Giovani) e dell’ACR (Azione Cattolica Ragazzi), che mi ha visto nel ruolo di educatore per diversi anni. Nonostante ciò devo constatare con rammarico che  alle amministrazioni Comunali che si sono avvicendate alla guida del nostro Comune è spesso mancata la lungimiranza di considerarne il forte ruolo sociale che esse invece meritano. Da quando sono educatore ACR, ma anche nelle associazioni sportive giovanili con le quali ho collaborato, ho sempre sentito i genitori lamentarsi dei pochi spazi sicuri che il Comune mette a disposizione dei ragazzi. Eppure di spazi nel Comune non ne mancano, ma sono spesso in degrado. Così come, partecipando agli incontri culturali, sento spesso lamentarsi della mancanza di adeguati spazi finalizzati alla crescita ed approfondimento culturale. Perché allora non collaborare con le parrocchie e le associazioni, che già operano in questo settore? Perché sprecare soldi in progetti ambiziosi quanto inutili, quando c’è chi già volontariamente dedica il proprio tempo alla crescita culturale, fisica e morale dei nostri figli?

Certamente la Parrocchia, e l’eventuale Centro Giovanile ad essa associato, non può essere considerata né disciplinata come servizio pubblico affidato al Comune, tuttavia ritengo che l’Amministrazione comunale  debba prendere  atto della grande valenza educativa e sociale della Parrocchia: sostengo dunque con forza e convinzione che – nel programma politico da proporre ai cittadini per le prossime elezioni amministrative – si debbano prevedere forme di collaborazione e  di complementari iniziative, con le Parrocchie del nostro territorio (così come in altri settori con le associazioni sportive, culturali e ricreative), favorendo, in un quotidiano partecipato, non solo il recupero di valori etici e di sana aggregazione di bambini e di giovani, ma anche di diversificazione del tempo libero e di formazione culturale.

Quanto sopra, in un contesto in cui la famiglia – nucleo centrale fondamentale non solo del nostro credo cristiano, ma della nostra società – possa  riconoscersi, rinsaldarsi e crescere, nel contesto di un Comune che possa riappropriarsi di iniziative e di valori, che il degrado del nostro tempo minaccia di mortificare e soffocare inesorabilmente.

Alfonso Artone

Giovani e adulti in dialogo con il Direttore di Avvenire e con un ex alunno di don Milani: una “festaInsieme” dell’AC tutta speciale.

“ La capra che crepa – La capra che campa: giovani e lavoro, denaro e cultura “: questo il titolo della FestaInsieme 2012, organizzata dall’Azione Cattolica dell’Arcidiocesi di Gaeta, in collaborazione con l’Associazione culturale “Vittorio Bachelet” ed il Servizio di Pastorale Giovanile. Il terzo ed ultimo incontro del percorso socio-politico organizzato dalle associazioni stesse a cavallo tra il 2011 e il 2012.  Nello splendido scenario del Palazzetto dello Sport di Marina di Minturno, gremito di giovani ed adulti di tutta la diocesi, il dott. Marco Tarquinio, direttore del quotidiano “ Avvenire “, e Francesco Gesualdi, ex-allievo di don Milani e fondatore del “Centro Nuovo Modello di Sviluppo”, intervistati da Marco Iasevoli, giornalista di “Avvenire” e già vice presidente nazionale di Azione Cattolica, si sono confrontati sulla tematica. Sull’ importante rapporto tra i giovani ed il lavoro, abbiamo chiesto un parere a Marco Tarquinio: “In un periodo difficile, in particolare per i giovani, bisogna avere la forza di spezzare la catena del precariato.” Soprattutto in questo periodo però, bisogna prestare particolare attenzione al binomio meglio-bene, perché, come ci ha ricordato il Direttore, “sono molte le sirene del meglio che ci inviano dei segnali, però, quello di bene, è un concetto differente e più ampio”. L’allievo Gesualdi ha sottolineato soprattutto come la scuola resta il cantiere della formazione e della cultura, nonostante in questo periodo si stiano investendo sempre meno fondi per l’istruzione e di come la solidarietà resta l’unico stimolo per affrontare e superare i periodi di crisi.

A questo punto non ci resta che domandarci: noi… siamo la capra che crepa o la capra che campa?

Il Centro Diocesano di AC – Settore Giovani e Adulti

 

Minturno: La capra che crepa – La capra che campa: giovani e lavoro, denaro e cultura questa sera al Palazzetto dello Sport

Giovani, Lavoro, Denaro e Cultura: è questo il tema della “Festainsieme” che si terrà venerdì 23 marzo al palazzetto dello sport a Scauri a partire dalle ore 19.00. La festa, rivolta a tutti i giovani della Diocesi di Gaeta, è organizzata dal settore giovani diocesano dell’Azione Cattolica.

Sarà festa dunque ma anche un importante momento di formazione che rientra nel percorso socio politico intrapreso dall’Azione Cattolica diocesana insieme all’Associazione “Vittorio Bachelet” ed iniziato ad ottobre.

Il titolo scelto per la festa è molto simpatico: “La capra che crepa – La capra che campa: giovani e lavoro, denaro e cultura”. L’obiettivo dell’incontro è focalizzare l’attenzione proprio su questi tre aspetti evidenziando le difficoltà che oggi incontrano i giovani in questi tre ambiti sociali.

Saranno presenti il dott. Marco Tarquinio, direttore del quotidiano “Avvenire” e Francesco Gesualdi, allievo di Don Milani e fondatore del “Centro Nuovo Modello di Sviluppo”, che verranno  intervistati dal giornalista Marco Iasevoli.

Al termine di questo incontro – confronto ci sarà un momento di festa animato dal gruppo musicale “Prisma”.E’ importante sottolineare che alla preparazione dell’incontro hanno partecipato tutti i gruppi giovani delle parrocchie della diocesi.

Un momento di festa dunque, ma anche un momento importante di condivisione a cui sono invitati a partecipare tutti i giovani, e meno giovani.

 

Alfonso Artone

Formia: al via “music star” , il nuovo X Factor per scovare i talenti

Si registrerà dal 26 marzo al 1 aprile presso l’Appia Grand Hotel di Formia (LT) www.appiagrandhotel.it e andrà in onda successivamente su canale SKY e altre tv regionali e locali presenti sul territorio nazionale, e che copriranno 2 mesi di trasmissioni quotidiane. è un classico Talent Show, che utilizza anche gli strumenti del linguaggio televisivo tipici dei Reality, sottolineando i processi psicologici tra i diversi protagonisti e facendo emergere una serie di caratteri e personalità. La qualità particolare, dunque, è di mantenere vivo il meccanismo della gara e dell’esibizione artistica, riuscendo anche a cogliere gli elementi migliori dello stile del reality. Quindi, lo sviluppo e la ramificazione di conflitti interni ai gruppi di partecipanti e le diverse tipologie caratteriali. Il tutto inserito nel particolare contesto del mondo della musica e dei suoi diversi generi e stili (come talvolta abbiamo visto in “Music Farm”).

FORMAT

Il Format è impostato su un cospicuo numero di giovani cantanti che partecipano ad uno “Stage” di una settimana in “Full Immersion” in una struttura turistica, composta da albergo, vari spazi ricreativi, sale prove e Teatro. Naturalmente, i partecipanti verranno selezionati tra tutti quelli che si saranno proposti, in base a sicure qualità artistiche, dovendo inviare un demo di una propria performance. Vengono realizzati 6 appuntamenti di Semifinale, una ogni sera. L’Esibizione avviene nel Teatro della suddetta Location e viene ripresa dalle nostre telecamere. L’ultima sera ci sarà la finalissima, che stabilirà il vincitore finale, scelto dalla giuria tecnica, composta da esperti e musicisti. Il vincitore di tale finalissima si aggiudicherà un contratto discografico con una etichetta discografica. Durante e subito dopo la trasmissione televisiva delle puntate di “MUSIC STAR” potranno essere votati dal pubblico da casa tutti i partecipanti, stabilendo una nuova classifica. Il vincitore riceverà un altro premio riguardante la promozione televisiva (Realizzazione gratuita di un video musicale e programmazione annessa). Un terzo vincitore sarà successivamente stabilito con i voti raccolti su Internet, in base ai filmati delle esibizioni che verranno inserite sul Web e sul sito del Radio Tour Festival ( e anche You Tube e siti dedicati). In totale avremo tre diversi vincitori che saranno anche i testimonial della prossima serie di MUSIC STAR e che certificheranno le svariate opportunità offerte ai partecipanti, selezionati per il programma.

PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA

Le 6 serate di qualificazione e la Finalissima, con tante canzoni e vari Ospiti musicali e teatrali, saranno trasmesse con cadenza di 1 alla settimana, della durata di circa 90’ ciascuna. Nel resto della settimana verranno trasmessi i “Daily” da circa 20’/30’, che racconteranno le prove dei diversi cantanti e l’interazione che tra giovani artisti avviene in queste occasioni: giochi, goliardia, jam session. In grande risalto saranno tenuti i diversi meccanismi psicologici, tipici dei reality, ma con la particolare connotazione artistica e con lo spiccato esibizionismo di giovani fortemente motivati. Competizione, gelosie, sana voglia di superarsi condiranno le puntate quotidiane; tutto alimentato dalla presenza di due animatori dell’Organizzazione che gestiranno i vari momenti. Palinsesto Televisivo Da LUNEDI a GIOVEDI fascia Daily da 20’ circa : tra le 19 e le 20.30 e in replica dalle 13 alle 14 Il VENERDI o SABATO in Prima Serata 6 appuntamenti della durata di 90’ (6 semifinali) e di 2 da 120’ (Finale). Repliche di tali 6 Spettacoli nel week end (ad esempio il Sabato alle 23.30 e la Domenica pomeriggio). L’intero piano di programmazione, dunque , dura minimo 6 settimane complete. In ogni settimana verranno trasmessi 6 daily da 20’/30’, sempre nelle stesse fasce orarie + 1 puntata di canzoni e spettacolo nel fine settimana.

 


Vi presentiamo le squadre

 

SQUADRA GIALLA

 

1- IZA

2- DEBBY

3- FRANCESCO ALBORGHETTI

4- KETTY BERTELLI

5- DANIELE RUGGIERI

Giudice abbinato: MARCO CAMASSO

 

SQUADRA ROSSA

1- JESSICA GRISOLIA

2- AMATO SCARPELLINO

3- FABRIZIO FERSINO

4- SABRINA UCCHEDDU

5- SERENA RIGACCI

Giudice abbinato: MASCARO GREGORIO

 

SQUADRA VERDE

1- FABIOLA TOMMASEO

2- NADEGE BRUNI

3- MURARO MARCO

4- DIEGO SCARPINI

5- CLAUDIA NANCI

Giudice abbinato: MARIO DI GIOIA

 

Altri giudici saranno presenti per le gare canore.

Maestro di canto: ROCCO PALAZZO

Regia : MASSIMILIANO FIENO

Resp. Tecnico video: ROCCO MURANDO

Resp. Tecnico audio: SALVATORE CIPOLLETTA

Stylist Fashion Designer: PATRIZIA LIETO

Autori: Franco Falzarano, Mario Albano, Carlo di Sangro e Massimiliano Fieno.

Direzione Artistica: MARIO DI GIOIA

Scenografie e allestimenti: Deny Di Cola

Costumi: Maria Coppola

 

“MUSIC STAR”

E’ una produzione

Radio Tour Festival

La Direzione

Franco Falzarano

339.7036741

Tel e FAX 0771.681696

 

Formia: una domenica di Fiabe a “la libreria di Margherita”

Una Domenica nel magico mondo delle Fiabe a Formia, il 25 marzo alle ore 17.30 presso “la libreria di Margherita” in via Rubino 42. Le fiabe, come fonte di energia e benessere per tutte le età con il libro di Clelia Canè, che verrà in intervistata.

Poi si passerà al divertentissimo “Le Beatrici” di Stefano Benni interpretate dalle attrici e gli attori della Compagnia sulle Nuvole, regia di Cosmo Di Mille e direzione artistica Angela Treglia.

per info, libri, eventi : http://www.lalibreriadimargherita.com