Archivi categoria: LIbri

Minturno,poesia:Dino Artone presenta all’auditorium della Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Roma

Lo scaurese Dott. Dino Artone – medico-chirurgo nonché scrittore e poeta – presenterà in Roma il 27 ottobre alle 17, presso l’esclusivo Salotto di Conversazione della Basilica S. Maria degli Angeli (Piazza Esedra), l’imponente “summa poetica” intitolata Antologica, che raccoglie il suo lungo percorso poetico da ragazzo a tutt’oggi (1956-2011). Si tratta di un’opera poderosa di oltre 700 pagine che comprende ben diciotto testi poetici, la gran parte dei quali presentati o recensiti da alcuni dei più prestigiosi nomi del novecento letterario italiano: da Maria Luisa Spaziani a Dario Bellezza, da Giacinto Spagnoletti al “nostro” Renato Filippelli, da Stanislao Nievo a Carlo Rao, da Mario Pomilio a Francesco De Nicola, a Giuseppe Napolitano, a Elio Pecora, a Roberto Carifi, a Renzo Paris… Di lui Giacinto Spagnoletti ebbe a dire, a inizio anni novanta: “Non ho alcun dubbio nel ritenere Artone uno dei più importanti e complessi poeti del nostro tempo, per la profondità e la sensibilità della sua introspezione, per la straordinaria padronanza del verso e dell’indagine psicologica, per il variegato e immaginifico versificare, in cui fa travalicare voci e parole oltre ogni limite spazio-temporale”. Anche se – dobbiamo aggiungere noi, concordando con Luigi Maria Torraca – la sua poesia, di scuola e taglio il più delle volte “ermetico” (Quasimodo, Ungaretti, Montale, Luzi…), è spesso “intrisa di sofisticata eleganza e di uno stile forse accessibile a pochi ed esclusivi frequentatori di una selettiva élite poetica”. E comunque, il “nostro” Dino Artone è oggi il poeta che – nella nostra provincia – ha probabilmente il palmares più ricco e significativo di prestigiosi premi e riconoscimenti poetico-letterari.

 

 

Minturno, Libri: Venerdì 12 Ottobre “L’ultimo naufragio del Generale”

Venerdì 12 Ottobre  alle ore 18 presso la Cattedrale di San Pietro Apostolo – Congrega del SS. Rosario di Minturno, ci sarà la lettura condivisa de “”L’ultimo naufragio del Generale”” di Pino de Renzi con gli interventi musicali:  Duo Instabile Sottovento (V. Zenobio-A. Colaruotolo).

E’ un racconto storico a quattro voci  di Giuseppe De Renzi, medico laboratorista nato a Scauri di Minturno, è stato già presentato varie volte, anche a Scauri stessa, ma ognuno dei quattro piani narrativi che lo compongono continua a riservare delle sorprese – anche per lo stesso autore!

Al centro del libro c’è un “giallo” drammatico, il mistero cioè di cosa sia accaduto al dirigibile Italia, ideato, costruito e comandato dal Generale Umberto Nobile per poter sorvolare il Polo Nord nel 1928. L’Aeronave però cadde sul ghiaccio, lasciando a terra il Generale stesso e altri membri dell’equipaggio. Rifugiatisi sotto la famosa “tenda rossa”, furono tutti tratti in salvo, tranne il povero motorista Pomella, che rimase ucciso sul colpo durante l’impatto.

Ma che ne fu degli altri uomini a bordo del dirigibile che, sebbene squarciato, si risollevò in aria come una aquila ferita? Quegli uomini e il dirigibile stesso non furono mai più ritrovati. E’ questo “l’angoscioso dilemma” che assillò il Generale Nobile finché egli fu in vita.

Questo racconto cerca di dare una risposta un po’ azzardata al mistero, ma al contempo ne svela un altro: chi era miss Frances Fleetwood, la signora scozzese che visse all’ombra della vita di Nobile nella sua villa estiva a Scauri? Davvero era solo la sua “segretaria”, o era – umanamente – una figura molto più importante?

E cosa c’entra, infine, in tutto questo Giovanni Caboto, che con il suo vascello scoprì il Canada nel 1500? E’ vero che Giovanni fosse originario di Gaeta? E’ vero che “vide” l’America prima di Cristoforo Colombo? E perché suo figlio Sebastiano non volle mai parlare molto di lui?

Può riuscire un uomo solo a scoprire così tante “verità”?

L’Ultimo Naufragio del Generale è costato all’autore più di dieci anni di ricerche, e ha dovuto aspettarne altri quattro prima di essere pubblicato, ma per fortuna non tutte le cose si perdono in cielo tra le nuvole grigie senza che di esse si sappia più nulla.

Pino de Renzi

Un medico, il generale e il navigatore. Al Polo Nord e a Scauri con Nobile e da Scauri in giro per il mondo con Giovanni Caboto… Tutto in un e-book di Giuseppe De Renzi: “L’ultimo naufragio del Generale”

Il  medico microbiologo dottor Giuseppe De Renzi, con la fantasia e la sua capacità narrativa, sa dilatare gli spazi del laboratorio analisi dell’Ospedale di Chieri fino  a raggiungere qualsiasi angolo del mondo e qualsiasi epoca del passato.

Nel libro che presentiamo c’è prima di tutto  il ritorno alle origini dell’autore, nel Basso Lazio; qui si muove, in un intreccio narrativo ardito ma stimolante, il fantasma di un grande personaggio storico, il Generale Nobile e della sua tragedia del dirigibile Italia, e quello di Giovanni Caboto, padre di Sebastiano.

Il libro è edito sia come e-book che come testo stampato: una possibilità molto praticata dai nuovi autori.

La netta separazione tra attività medica letteraria, persino nei temi e nei soggetti, rende originale questo autore nel panorama librario dove i medici-scrittori sono sempre più numerosi

 

Fonte: Videomedica.org

Cultura: al via il 7′ PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA MEMORIAL GENNARO SPARAGNA 7’ EDIZIONE 2012

Il premio si articola in 4 sezioni

1-SEZIONE POESIA
a tema libero
A TEMA “SUD PONTINO”
POESIA LATINOAMERICANA (1 copia)
Si partecipa inviando una terna di poesie inedite.
2 –SEZIONE POESIA SCUOLE (elementari, medie, superiori)
 a tema libero
 A TEMA “SUD PONTINO”
POESIA LATINOAMERICANA (1 copia)
Si partecipa inviando una terna di poesie inedite.
 
3-SEZIONE SILLOGE (1 copia)
 a tema libero
A TEMA “SUD PONTINO”
POESIA LATINOAMERICANA (1 copia)
Si partecipa inviando una raccolta di poesie
(min 10 max 20 poesie)
 
4- SEZIONE A : LIBRO EDITO DI POESIA (1 copia+ PDF)
Si partecipa inviando un volume edito di poesie (può farlo l’autore stesso);
a questa sezione possono partecipare anche le case editrici inviando direttamente i libri pubblicati .
    
Regolamento
1. Si può partecipare a tutte le sezioni anche con poesie in vernacolo o lingua straniera purché corredate di traduzione.
2. La tassa di iscrizione, a titolo di rimborso, è di 10,00 (5,00 per le scuole) euro a sezione. Suddetta quota può essere direttamente allegata agli elaborati, o tramite versamento su postepay (numero 4023600449407149 intestata a Sparagna Irene; ove richiesto allegare codice fiscale SPRRNI71D44H501I); a richiesta dati per il bonifico bancario in tal caso allegare fotocopia dell’avvenuto pagamento.
3. I testi, completi dei dati anagrafici, dell’indirizzo, del recapito telefonico e del curriculum dell’Autore, eventuale e-mail (più copia dell’opera in floppy,cdrom, e mail per facilitare l’inserimento in un file contente tutte le opere e per l’inserimento nell’antologia del premio), dovranno essere inviati entro il 15 ottobre 2012, in 1 copia al segretario del premio: Sparagna Irene – via Stazione snc – 04026 Tremensuoli (LT) recapito telefonico 393-6593511 349.3407177  indirizzo e mail irenesparagna@gmail.com indirizzo webwww.memorialsparagna.com
4. L’inosservanza del punto 3 comporterà l’esclusione dal premio;
5. È richiesta dichiarazione che l’opera è frutto della propria fantasia creativa
6. Il giudizio della Giuria è insindacabile;

 

7. La premiazione avrà luogo durante cerimonia pubblica, il 10 dicembre 2012, nella Sala Consiliare Del Palazzo Municipale della Città di Minturno , (Lt);

8. Ai vincitori del premio di poesia andranno 1200,00 (milleduecento) euro, equamente ripartiti, tra le 3 sezioni, il testo della motivazione, pergamena di merito.

· Ai vincitori del premio poesia/sezione scuola andranno 300,00 (trecento) euro, equamente ripartiti tra i 3 gradi scolastici, il testo della motivazione, pergamena di merito. 

· i secondi e terzi classificati delle 4 sezioni andranno medaglia, attestato e pubblicazione di una poesia su cartolina (100 copie)

Dal 4’ al 10 classificato per sezione: medaglia e attestato (confermando la presenza).
· La giuria può anche decidere di non assegnare il primo premio qualora non ritenga meritevole il lavoro.
· Le opere inviate non verranno restituite e ciascun concorrente ne autorizza la pubblicazione gratuita. Le poesie degli autori saranno pubblicate in un quadro antologico. Durante la manifestazione sarà disponibile il libro che raccoglie le poesie del premio.
· I vincitori, ai quali sarà tempestivamente comunicata la data di premiazione, dovranno assicurare, con telegramma o con lettera prioritaria, la Loro presenza alla cerimonia conclusiva. L’inosservanza di questa norma comporterà, per i concorrenti, la perdita del diritto alla riscossione dei premi. Per il premio in denaro non è ammessa delega.

 

E REALIZZAZIONE ANTOLOGIA LEGATA AL PREMIO CON RACCOLTA DI BENEFICIENZA.

Gentile autore, gentile autrice, l’Associazione Culturale Gennaro Sparagna (www.memorialsparagna.com) sta realizzando la pubblicazione di un’antologia di poesia, legata alla 7’edizione del Premio Internazionale di Poesia “MEMORIAL GENNARO SPARAGNA” 2012 che conterrà svariati autori anche sconosciuti, che con l’occasione potranno farsi leggere anche da tantissimi altri scrittori. L’intento è quello di raccogliere anche fondi proprio tramite la vendita delle antologie stesse, PARTE DEI RICAVI sul prezzo copertina saranno devolute all’Associazione ONLUS da identificare.

Inoltrare una terna di poesie, carattere times, formato.doc (allegare oltre al file copia dell’avvenuto pagamento e i dati per poter inoltrare le antologie).

Il prezzo (15,00 € a copia spese di spedizione incluse) come si può costatare è molto contenuto (circa la metà di quanto viene chiesto per opere analoghe). L’acquisto di opere da parte di ciascun autore è indispensabile per coprire le spese, e per finalizzare lo scopo principale che è quello di sostenere Associazioni che saranno designate di volta in volta.
La nostra infatti non è una iniziativa speculativa, bensì la concretizzazione dello scopo principale della nostra associazione: offrire la possibilità agli autori di farsi conoscere senza dover sostenere le ingenti spese che vengono spesso richieste da editori e associazioni che operano a scopo di lucro.
La informiamo inoltre che le opere di tutti coloro che avranno ordinato almeno 10 copie dell’antologia verranno inserite su internet nel sito www.memorialsparagna.com e avranno una pagina personale.
Poiché i tempi per la stampa dell’antologia sono brevi, La preghiamo di mandarci al più presto la sua adesione, entro e non oltre il 30 ottobre 2012 (allegato e-mail, carattere times, formato .doc).
Per info 393.6593511  349.3407177
Email irenespagna@gmail.com

 PAGAMENTO DA FARE SU POSTEPAY 4023600455299000 INTESTATA A IRENE SPARAGNA, OVE RICHIESTO AGGIUNGERE C.F SPRRNI71D44H501I

Formia, Bambini: la prenacchiosa

Venerdì 29 giugno alle ore 18 nel giardino dell’Hotel Castello Miramare sarà presentato il libro La Pennacchiosa, una antica fiaba narrata ai bambini (e agli adulti che hanno memoria della loro infanzia) Commenteranno la lettura il dott. Sandro Bartolomeo (Neuropsichiatra infantile)e il dott. Giuseppe Errico (Psicologo)

Per quanto c’è dato sapere la fiaba La Pennacchiosa è qui pubblicata per la prima volta. Naturalmente, come spesso accade nelle novelle popolari, essa contiene elementi appartenenti anche ad altre storie: le tre sorelle, il sale, i vestiti di indicibile bellezza, la fanciulla cacciata dal padre, il principe malato d’amore, la fuga dal ballo… Uno o anche due di essi si trovano, diversamente articolati, in tanti racconti tradizionali o letterari, ma ci sembra che in La Pennacchiosa essi si combinino in modo particolarmente armonioso e con una mirabile accuratezza nella definizione dei passaggi narrativi. La lingua usata dalla narratrice non ha più le tonalità dialettali di chi l’ha narrata a lei negli anni venti del secolo scorso, ma ha mantenuto certo la cadenza lineare ed esplicativa tanto adatta ai bambini.

Il libro è arricchito dai bellissimi disegni di Virginia Bartoli.

 

Narrata da Liliana Casprini

La Pennacchiosa mi è stata raccontata a Stia, nel Casentino, negli anni venti da Rosa, la mia tata. Io l’ho raccontata alle mie figlie e loro l’hanno raccontata ai loro figli, e i loro figli l’hanno raccontata ai miei bisnipoti.

Se la mia carissima Rosa potesse vedere questo libro e sapere quanta gioia mi ha dato raccontandomi mille volte questa fiaba, ne sarebbe tanto felice.

                                            

 

Formia: una domenica di Fiabe a “la libreria di Margherita”

Una Domenica nel magico mondo delle Fiabe a Formia, il 25 marzo alle ore 17.30 presso “la libreria di Margherita” in via Rubino 42. Le fiabe, come fonte di energia e benessere per tutte le età con il libro di Clelia Canè, che verrà in intervistata.

Poi si passerà al divertentissimo “Le Beatrici” di Stefano Benni interpretate dalle attrici e gli attori della Compagnia sulle Nuvole, regia di Cosmo Di Mille e direzione artistica Angela Treglia.

per info, libri, eventi : http://www.lalibreriadimargherita.com

 

Formia: Ali per Volare, al “De Amicis”

Oggi 14 marzo alle ore 17.30 la Direzione Dittatica Statale 1° circolo di Formia, in collaborazione con La Libreria di Margherita,
presenta il libro di Consiglia Napolano Ali per volare 

Interverranno Don Gianni Cardillo e Vittorio Nocella

Incontro presso il plesso Scolastico “E. De Amicis” di Formia

Scheda Libro (fonte www.lalibreriadimargherita.com)

 

“Sono Consiglia Napolano, nata a Qualiano (NA) nel 1960; lì ho vissuto senza mai abbandonare la mia presenza nella chiesa di Cristo, sin da piccola ho fatto parte dell’Azione Cattolica. Amavo e amo tantissimo disegnare e scrivere, ho sempre amato l’arte in genere, sia scritta che figurativa. Ho preso la maturità scientifica ed intrapreso gli studi universitari nella Facoltà di Matematica dell’Università “Federico II” di Napoli, ma ho incontrato l’amore e mi sono sposata nel 1983. Mi sono trasferita nella cittadina dove attualmente vivo, Castelforte (LT), dopo la nascita del mio primo figlio, praticamente un anno dopo il matrimonio. A dicembre dell’anno 2000 ho iniziato a lavorare in qualità di Assistente Amministrativa nelle segreterie scolastiche statali nella provincia di Roma. Il mio pendolarismo romano è durato circa sei anni, in questo periodo si è centuplicata in me la passione per la Parola di Dio, sul treno il tempo era speso in lettura: testi biblici, teologici, di spiritualità. Nel 2007 ho iniziato il percorso di formazione come novizia nella Fraternità Secolare Trinitaria (ex Terz’Ordine) arrivando alla consacrazione nel giugno 2009. Amo la natura, curo il mio giardino, mi capita anche di fotografare fiori, panorami, albe e tramonti, la natura in genere ed usare poi le immagini più belle come sfondo su pergamene o biglietti d’auguri in genere. Il mio hobby preferito è dare sfogo alla creatività. Attualmente lavoro a Formia (LT), seguo la mia famiglia, non ho abbandonato l’Azione Cattolica e il mio amato coro della Chiesa dell’Annunziata.”

 

A.A.

 

Minturno: Giornata Mondiale della Poesia del 21 marzo 2012

L’associazione Amici del Libro-Biblioteca Luigi Raus, Presìdio del Libro di Minturno, per la Giornata Mondiale della Poesia del 21 marzo 2012 promuove un incontro dal titolo ” Ad alcuni piace la poesia: ritratto di Wislawa Szymborska”

Tale incontro  si svolgerà nella Sala Teatro della Scuola Elementare Mons. Salvatore Fedele di Minturno, in via Armando Diaz, a partire dalle ore 18:00.
Poesie  saranno lette durante la serata da soci, da studenti del Liceo Scientifico L.B. Alberti di Marina di Minturno e da chiunque, tra il pubblico, voglia fare omaggio alla poetessa recentemente scomparsa.

Wisława Szymborska era una  poetessa e filologa polacca Wisława Szymborska, premio Nobel per la letteratura nel 1996. Era nata nel 1923 a Kornik, cittadina vicino a Poznan ed è morta a Gennaio all’età di 88 anni.

Il Nobel le era stato assegnato «per la capacità poetica che con ironica precisione permette al contesto storico e ambientale di venire alla luce in frammenti di umana realtà». Con Czeslaw Milosz, anche lui premio Nobel, e Zbigniew Herbert, Wislawa Szymborska fa parte della triade dei grandi poeti contemporanei polacchi.

Le sue prime poesie, pubblicate nel 1945 su un quotidiano, rispecchiano i canoni estetici del realismo socialista. Si impone, però, all’attenzione a partire dal 1956 con raccolte come “Richiamo allo Yeti”, “Sale” e “Gran divertimento”, nelle quali il quotidiano viene raccontato attraverso profonde riflessioni morali e poetiche. La sua fortuna all’estero ha inizio con le prime pubblicazioni del 1960 in Germania, Inghilterra, Russia, Svezia, traduzioni che si sarebbero poi intensificate notevolmente dopo l’assegnazione del Nobel. Negli Usa i suoi “Collected poems” hanno avuto grande successo. In Italia Vanni Scheiwiller ha pubblicato un’edizione fuori commercio nel 1994, poi nel 1996 la silloge “Gente sul Ponte”.

Altre poesie della Szymborska sono apparse su riviste tra cui “L’almanacco dello specchio” (1979), “Nuova rivista europea” (1979) e nell’antologia del 1961 sui “Poeti polacchi contemporanei”, a cura di Verdiani, alla quale è seguita nel 1977 quella sulla ’Poesia polacca contemporaneà Autrice di numerose raccolte poetiche – tra le più recenti “Dwukropek” (Due punti), uscita in Polonia nel 2005 – nei suoi versi mette la vita spirituale davanti a tutte le cose. In liriche, spesso brevi come aforismi, la Szymborska dà voce con profonda lucidità e ironia a problemi morali della nostra epoca partendo da avvenimenti semplici, dagli accadimenti e osservazioni del quotidiano. Nella sua opera l’uomo appare in una condizione di estraneità e contrapposizione al mondo della natura. Il traduttore italiano Pietro Marchesani, curatore di alcune sue raccolte, ha spiegato che «l’incanto» è il vero segreto della poetessa. «Per me – ha detto la Szymborska – la poesia nasce dal silenzio». Tra le sue opere, le traduzioni in polacco di numerosi poeti francesi e saggi di critica letteraria.

 

 

fonte www.lastampa.it

Formia: continua il viaggio nella stagione dei sensi

Sabato 25 febbraio alle ore 21,15 il viaggio nella stagione dei sensi continua puntuale presso “la Libreria di Margherita” di Formia in Via Rubino 42; siamo infatti al terzo appuntamento della terza edizione di letture a voce alta, una fantasiosa e allegra proposta di “teatro in libreria” voluta e sostenuta dal sodalizio culturale tra la libreria e la compagnia teatrale Imprevisti e Probabilità con la direzione artistica di Raffaele Furno. Sabato sera sarà la volta delle letture dedicate al senso del gusto con brani tratti dal divertentissimo libro Kitchen Confidential di Anthony Bourdain.
per info www.lalibreriadimargherita.com