Archivi tag: eventi

il 12 Luglio i Pirati sbarcano nel Golfo di Gaeta!

Curri mammella mia, ‘nzerra le porte! E tu tatiglio mio piglia la scuppetta, ca so arrivati gli Turchi alla marina!


Nel 60° Della Sagra Delle Regne, il 12 Luglio dalle ore 18.00 presso la scogliera di Scauri, il Comitato Dragut e il Comitato Sagra delle Regne, organizzano la prima “Rievocazione Storica dello Sbarco del corsaro Dragut sulle coste minturnesi”. Prima dello sbarco, ci ritroveremo a vivere l’emozione di tempi passati, tra donne che ricamano, fanno il formaggio e lavorano la stramma. Uomini che riparano le reti e altri che si esercitano con le bandiere, bimbi che ballano, una pacchiana che si veste per la festa, balli popolari tutto in un atmosfera magica e gioiosa.  Atmosfera che verrà interrotta dallo sbarco del feroce Corsaro Dragut.

La serata proseguirà su a Minturno in piazza Portanova dove ci saranno accampamenti medievali con scene di vita quotidiana, esposizioni di armi, armature e oggetti di lavoro dell’epoca, falconieri ed arcieri, stand gastronomici con cucina tipica e l’incendio del castello baronale per mano di Dragut

E’ previsto il servizio navetta gratuito da Scauri a Minturno e ritorno dalle 21.00 alle 24.00 Scauri piazzale Sieci, Minturno piazzale Kennedy

Con la rievocazione dello sbarco, oltre alle atmosfere magiche della vita di un tempo, ci ritroveremo a vivere lo spirito vero e proprio della nostra terra. Riscopriremo, ancora una volta, la capacità di rialzarci dopo che un fuoco violento ha cercato di spazzare via persino le radici della nostra appartenenza. Dragut non è stato solo un corsaro che ha infestato le nostre coste, che ha depredato….Riconosciamo che reagire alla distruzione subita dalla sua invasione è stato l’inizio del nostro riscatto.

E lo è tuttora. Essa spinge, ancora oggi, ognuno di noi, ci incoraggia a riconoscere il bisogno di voler riprendere ciò che è nostro, a ricostruire ciò che altri, inesorabilmente, hanno pensato di poter distruggere.

La risposta alla violenza che Dragut ha avuto per le nostre terre è ciò che ci fa riscoprire la nostra dignità e ci caratterizza come appartenenti ad un’ unica origine. La credevano dispersa e invece, ancora oggi, la riscopriamo, generosamente in crescita.

Siamo noi, che oggi abitiamo questo Golfo, siamo noi che riconosciamo quanto ancora vada restituito.

Si ringraziano: Marina Casaburi; Lega Navale Italiana sez. Scauri e Formia; Lo Scoglio Pub; Lido L’Approdo, Banda Musicale  Proia; Associazione Castrum Onorati; Associazione teatrale Le Ciaole; Associazione Teatrale La Scaletta; Autolinee Riccitelli e l’amministrazione comunale.

 

All’interno dell’evento, sarà presente un mercatino artigianale

 

Formia: aperitivo fantascientifico con l’autore Alfonso Artone

Lunedì 22/07 alle 19:30, Alfonso Artone sarà ospite al primo incontro della serie Presentami l’Autore eventi culturali promossi dall’associazione culturale Creattività in collaborazione con “La Libreria di Margherita” presso la piazzetta adiacente il chiosco turistico “welcHome home food & drink”

Sarà presentato “Mondo Senza Tempo” il suo nuovo sorprendente romanzo storico / fantascientifico, edizioni GDS (Milano).

Il Romanzo, ambientato nel futuro Golfo di Gaeta (anno 2052), accanto ad una avvincente trama fantascientifica,  ripercorre molte tappe importanti della storia del nostro territorio, svelando retroscena poco noti: dalla battaglia sulla linea Gustav, allo sbarco del terribile Corsaro Dragut.

Artone, alla sua seconda opera, aveva già sorpreso con il successo de “gli Angeli di Rock Castle”, oltre mille copie vendute in 4 ristampe, e vincitore al “Belgioioso Giallo” e al “Creatività e Scienza”

l’Autore sarà presentato dal Giornalista e scrittore Giuseppe Mallozzi, esperto in fantascienza  e fondatore del festival del cortometraggio indipendente “Visioni Corte”, e dalla dott.ssa Margherita Agresti, titolare de “la Libreria di Margherita”.

 

Il libro, è disponibile presso “La Libreria di Margherita” in via Rubino a Formia.  iIn tutte le librerie online, su IBSITUNES AMAZON, e nelle librerie altre tradizionali, se non disponibile, è ordinabile.

 

 

 

Minturno- Scauri, Eventi: Successo per “Musicangiando”

Musicangiando non è stato un evento escursionistico o naturalistico, ma di carattere musicale e gastronomico; tuttavia, l’elevata partecipazione di famiglie e persone di tutte le fasce d’età, la possibilità di far vivere (e rendere vivibile) per un’intera giornata un parco per bambini anche nella sua area meno frequentata, le tematiche trattate, fanno di questa giornata qualcosa di altrettanto piacevole ed importante che un’escursione a contatto con la natura e con i boschi.

L’evento di sabato 22 giugno era il secondo nell’ambito del Premio Dragut 2013, che si concluderà con la premiazione in ottobre delle opere che parteciperanno al concorso artistico e letterario; ha fatto seguito all’escursione sul Monte di Scauri curata da Atargatis di cui già si è parlato. Stavolta il Comitato Dragut si è avvalso della preziosa opera dell’Associazione Morpheus (per la parte musicale) e dell’Associazione Civiltà Contadina (per la parte gastronomica).

Ad importante corredo della manifestazione è stato allestito un mercatino con la presenza di stand vintage, che pure hanno attratto molti visitatori. L’Associazione REES Terre Rare ha offerto un seminario sull’autoproduzione di saponi con ingredienti naturali, sottolineando l’importanza ecologica, economica e “interiore” di un procedimento che, abbastanza comune una volta tra le nostre nonne, oggi non viene praticato anche perché richiede “troppo tempo”: in una società basata sulla fretta non ci si può certo fermare per produrre ciò che ci viene fornito a prezzi apparentemente vantaggiosi dalle multinazionali della chimica.
Il mercatino vintage
Anche l’Associazione Atargatis era presente, con uno stand in comune con la Cooperativa “Al di là dei Sogni” di Sessa Aurunca. Il materiale informativo di Atargatis si è quindi accompagnato ai prodotti del Consorzio “Nuova Cooperazione Organizzata”, di cui la Cooperativa fa parte: la vendita di prodotti delle terre campane confiscate alla camorra su questo banchetto condiviso ha rappresentato un ulteriore elemento di interesse della manifestazione, oltre ad inaugurare l’inizio di una collaborazione tra la nostra Associazione e la Cooperativa, che speriamo possa avere importanti sviluppi in futuro, in nome dell’amore per la natura, i frutti della terra e la legalità.

Vedere un così grande afflusso di persone, attratte dalle due giovani band, gli “Over the End” e i “Codice Pin”, dalle prelibatezze della tradizione culinaria di questo territorio, porta del Sud Italia (tra l’altro a prezzi gradevolmente popolari), oltre che dalla voglia di stare insieme in una sera di inizio estate, è stato elemento di soddisfazione per gli organizzatori. Per una sera si è andati oltre i problemi di questo territorio, cercando di individuare una strada per superarli in maniera definitiva, in nome dell’amore per il nostro paese e il nostro Golfo.

Marco Tarantino

“Premio Dragut”: dopo il successo dell’anno scorso, al via la seconda edizione!

“Non più per depredare, ma per restituire”: anche quest’anno sarà questo il motto della seconda edizione del Premio Dragut, ancora più ricco di proposte per il territorio grazie ad una serie di eventi satellite che lo completano ed arricchiscono e con diverse altre novità. Si è pensato infatti di arricchire le sezioni della competizione da tre a cinque, e di modificare la composizione della giuria, per renderla più rispondente alle finalità del premio stesso.

Il Premio Dragut è nato nel 2012 da un gruppo di persone incontratesi virtualmente in rete, le quali hanno deciso di mettere gratuitamente al servizio del Territorio di Minturno-Scauri le loro energie per poter contribuire, su base volontaria, a migliorare la conoscenza delle bellezze e delle problematiche che riguardano il nostro golfo tutto. Il Premio Dragut nel 2012 ha avuto un sorprendente avvio, raccogliendo l’adesione di un gran numero di associazioni del territorio nonché di una copiosa partecipazione della cittadinanza alla serata finale.

Il Premio vuole essere soprattutto un’occasione per valorizzare al massimo le risorse ambientali, storiche e culturali che caratterizzano il territorio del golfo di Gaeta, con una sinergia virtuosa di persone ed Associazioni tramite  una serie di iniziative volte alla rinascita sociale, economica, culturale e ambientale del territorio.

Per sua natura, il Premio Dragut non ha fini di lucro, è apartitico e “trasversale” rispetto alle Associazioni del territorio ed in particolare rispetto alle Associazioni patrocinati il premio Dragut, le quali  operano all’interno del Premio ciascuna nel proprio ambito, rispettando le proprie peculiarità, ed in piena autonomia.

Proprio per promuovere la cooperazione tra le associazioni, gli organizzatori del Premio hanno scelto quest’anno di costituirsi in Comitato onlus. Il Consiglio direttivo del Premio è costituito da: Giuseppe De Renzi (Presidente), Mauro Iannotta (Vicepresidente), Nella D’Urso (Segretario), Irene Sparagna (Tesoriere), Tommasina Mallozzi, Almerinda Rossillo, Roberto Tartaglia e Alfonso Artone. Il Comitato in totale è formato da 16 persone, che saranno presentate durante la conferenza stampa.

Per l’anno 2013, il Premio Dragut prevederà cinque (5) sezioni, distinte in: Racconti, Poesie, Fotografie, Musica, Arti grafiche e scultoree. Maggiori dettagli saranno comunicati durante la conferenza stampa e nel bando del premio. Altra importante novità di quest’anno sono gli eventi “satellite” che prevedono sotto lo stesso patrocinio del Premio momenti ludici e culturali diversi, tali da attrarre, speriamo, un grande interesse di pubblico. Qui di seguito le date di tali eventi:

 

  • 27 Aprile Escursione nel Parco di Gianola;
  • 25 Maggio: Conferenza Stampa;
  • 13/14 Giugno: “24 ore di sport”;
  • 22 Giugno: Musicangiando, evento musica con eno-gastronomia e mercatino vintage o arte.
  • 20 Luglio: Serata Scavi Teatro Romano Minturnae;
  • 5 Ottobre: Serata Premiazione finale Premio Dragut, presso il Castello Baronale di Minturno

 

 

Alle Associazioni intenzionate a patrocinare l’evento non saranno richiesti esborsi obbligatori di denaro. Esse saranno coinvolte maggiormente nell’organizzazione e in particolare nella Giuria del Premio costituita da tre persone per ognuna delle 5 sezioni del Premio.

Per maggiori dettagli ed altre novità invitiamo tutti a partecipare alla conferenza stampa organizzata per il 25 Maggio 2013 e alle associazioni interessate al patrocinio ad inviarci un assenso all’indirizzo mail del Premio: premiodragut@libero.it.

 

L’Addetto Stampa

Alfonso Artone

I FERRI DEL MESTIERE: QUANDO IL GOLFO FA NOTIZIA

Sabato 6 Ottobre l’ultimo appuntamento dei cantieri di giornalismo.

I “cantieri” di giornalismo organizzati dalla testata giornalistica “Forum” (www.forumnews.it) si concluderanno sabato 6 Ottobre alle 17:30 presso la scuola media F.Fedele di Scauri con la tavola rotonda “Quando il golfo fa notizia”. Giunge, così, al termine il ciclo di laboratori/incontri sul mondo dell’informazione nato dal confronto e dalla condivisione di pensieri, opinioni ed esperienze dei giovanissimi redattori. Giovani intraprendenti che si sono messi in gioco armati soltanto della loro forza di volontà e del loro coraggio per interpretare la realtà che li circonda. Anche nell’ultimo appuntamento saranno protagonisti giornalisti, esperti, figure professionali chiamati a condividere il loro sapere e la loro esperienza al servizio delle nuove generazioni e di chi inizia ora a fare i primi passi nel mondo dell’informazione. Nell’epoca della comunicazione e della società globalizzata per eccellenza, quando il nostro golfo fa notizia? Ancora esiste lo scoop? Come commentare la crisi della carta stampata provinciale? Come fa giornalismo nel nostro territorio? Quali le peculiarità e le questioni? Un viaggio tra i diversi mezzi di comunicazione attraverso voci e giornalisti del nostro territorio: Andrea Brengola, giornalista Lazio TV; Luciano Ciorra, direttore di Radio Tirreno Centrale; Marcello Caliman, giornalista accreditato presso la CEI; Antonio Lepone, pubbliche relazioni; Simona Gionta, direttore responsabile Forum; Raffaele Vallefuoco, fondatore de “Il Liceale”. Modererà la giornalista Zina Aceto. Voglia di imparare e di mettersi in gioco sono le parole chiave. L’ incontro ad ingresso completamente gratuito è aperto a studenti universitari, delle scuole superiori, ai redattori di giornali scolastici, a chi inizia ad entrare nel mondo della comunicazione, a chiunque sia interessato ad apprendere “i ferri del mestiere”.

Gastronomia, Gaeta: Le vie di Gaeta, premio Gaetavola – Percorso gastronomico culturale X ediz. 29/30 – 09 – 2012

 

Storica X edizione, il 29 e 30 settembre per Le Vie di Gaeta il percorso gastronomico culturale organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale Gaetavola con la collaborazione delComune di Gaeta.

Due giorni all’insegna della buona cucina gaetana ma anche della riscoperta di luoghi, storia, tradizioni e costumi della splendida città tirrenica. Un’offerta culturale completa e ricca di contenuti, un modello di turismo sostenibile e destagionalizzato, che unito a spiagge, sole e qualità della vita fanno di Gaeta e le sue la meta ideale dell’ultimo week-end di settembre.

Gaeta è un naturale Giacimento Gastronomico, un laboratorio del gusto dato dall’incredibile varietà della cucina Gaetana, che nel corso dei secoli ha elaborato piatti e pietanze tra i più ricercati nel panorama gastronomico nazionale; una cucina fatta di “ingredienti poveri”, figlia della storia tra terra e mare della nostra città che trae le sue peculiarità da una particolare orografia del territorio, dal suo microclima particolarmente mite e storicamente dal secolare commercio marittimo che ha introdotto contaminazioni provenienti da tutto il bacino del mediterraneo

Gaetavola da 10 anni con le sue iniziative e manifestazioni svolge attività di veicolo per rafforzare concretamente le tradizioni gastronomiche e il turismo ad esse correlato ma anche di cultura, storia, ambiente della nostra città e del territorio circostante.

Proprio in occasione del X anniversario della sua costituzione, l’associazione Gaetavola, si pone l’obiettivo, come base per su cui poggiare il suo prossimo decennio di vita, di rafforzare, ancor di più, questo messaggio nutrizionale e culturale che potrebbe rilanciare un settore trainante della nostra economia e rinnovare al contempo un’offerta turistica degna della nostra storia e della nostra tradizione. Lo farà attraverso l’assegnazione del Premio Gaetavola a Carlo Petrini, storico fondatore di Slow Food, che ha per la prima volta in Italia istituzionalizzato l’importanza della nostra tradizione enogastronomica, dandole dignità e risalto in ambito nazionale ed internazionale, e rivolto la giusta attenzione ed importanza ai territori ed ai produttori, custodi di un mondo la cui scomparsa avrebbe effetti negativi su tutto il sistema Italia. Tra i tanti meriti di Slow Food c’è la sensibilizzazione verso un’alimentazione più naturale e più legata alla storia ed alle tradizioni del nostro territorio, frutto di secolari esperienze e conoscenze, e sicuramente più consona alle esigenze nutrizionali di una popolazione, soprattutto per gli alimenti cosiddetti autoctoni. Lo stesso impegno, seppur in ambito territoriale più ristretto, è stato posto in questi 10 anni dall’ Associazione Gaetavola, che ha sempre cercato di valorizzare le risorse storico-culturali ed enogastronomiche della città di Gaeta, convinti che possano contribuire a migliorare molti aspetti del nostro vivere quotidiano, l’ambiente, il benessere fisico, ed anche le opportunità economiche, sulle quali si è progressivamente costruito in città un settore trainante sia nell’ambito della produzione sia nell’ambito della ristorazione. Il percorso gastronomico del sabato sera rappresenta una vetrina ideale per questi concetti, con l’incontro tra la antica tradizione culinaria ed i luoghi storici che l’hanno generata, sintesi perfetta dell’identità di una comunità

il Premio Gaetavola va, ogni anno, a chi, persona, azienda, associazione o ente, si contraddistingue per vari aspetti che sono alla base delle motivazioni che spingono l’Associazione Gaetavola ad operare per promuovere il territorio e una buona qualità della vita

“Premiare, nel 10 anno di vita della nostra associazione e delle Vie, Slow Food e specialmente la figura del suo fondatore Carlo Petrini credo, visto ciò che la sua persona rappresenta per il movimento enogastronomico a livello mondiale, sia il raggiungimento del sogno che c’eravamo prefissi al momento della nostra nascita.

Penso che il marchio di Slow Food sarà per le stesse Vie di Gaeta una sorta di consacrazione, del resto da sempre sono una manifestazione che collima con la filosofia slow. Filosofia e valori che rappresentano per la nostra Associazione i motivi fondanti della sua attività, che mi preme sottolineare è assolutamente volontaria e rivolta al bene comune. Dal 2002 la nostra unica idea è stata quella di promuovere la cultura, la storia, le tradizioni, le bellezze naturali, e in special modo l’enogastronomia di gaeta e del territorio circostante. Credo che conoscere il cibo di un territorio permette di comprendere cultura, clima, abitudini, storia del popolo che lo produce e soprattutto il cibo può essere considerato un formidabile veicolo attraverso il quale si condividono elementi importanti quali la convivialità, il benessere psico-fisico, l’amicizia e la qualità della vita, ma specialmente essere veicolo di turismo e di conseguenza di un’economia diversi. Nel nostro piccolo credo che abbiamo inciso con abbastanza forza in questi campi della vita della nostra città, non so dire qual’ è la qualità del nostro intervento, il giudizio spetta ad altri,ma se devo considerare le miglia di persone che solitamente affollano i nostri eventi devo pensare positivo; non so dire se ci aspettavamo tutto questo successo quando abbiamo comincianto ma so sicuramente che proseguiremo con lo stesso se non maggiore impegno per i prossimi 10 anni.”

Questo il commento all’evento del Presidente di Gaetavola Cosmo Pesigi.

Si comincia sabato 29 settembre alle 17,30 con il via al percorso gastronomico.e l’inizio delle degustazioni all’interno del cosiddetto Borgo, la caratteristica Via Indipendenza, una strada pedonale nel borgo contadino e marinaro di 2 Km circa, dove molte massaie, vere depositarie dell’antica tradizione culinaria locale, dal pomeriggio a sera inoltrata cucineranno piatti tipici utilizzando materie prime locali nelle più diverse ricette, sottoponendole alla degustazione dei tanti visitatori, in un clima coinvolgente di allegria e convivialità. In questo modo riteniamo di contribuire a valorizzare la storia, la cultura, la tradizione e i prodotti stagionali, vera ricchezza per un territorio e caposaldo di una cucina genuina, sana, rispondente alle esigenze nutrizionali di una comunità.

Suggestioni sonore eseguite da giovani musicisti, sotto la direzione artistica di Antonio Masiello, accompagneranno i visitatori alla riscoperta degli antichi sapori in un’ atmosfera di festosa convivialità.

Domenica 30 settembre chiuderà la manifestazione, presso le sale del Club Nautico di Gaeta, Piazza Porta Carlo III , la cerimonia di assegnazione del Premio Gaetavola 2012

Il Premio sarà consegnato durante un convegno, con la presenza di autorevoli personalità esperte sia negli ambiti produttivi sia in quelli del consumo, che al di là della cerimonia di premiazione, vuole apportare un contributo a definire le opportunità di crescita dell’alimento prodotto su basi artigianali, allo scopo di offrire al consumatore le adeguate conoscenze per nutrirsi in maniera più naturale, e definire quali politiche vadano messe in campo affinchè questi alimenti possano essere presenti più facilmente, ed a prezzi accessibili, sulle nostre tavole.

Relatori : Silvia Rocchi – Presidente Slow Food Lazio, che ritirerà il premio a nome di Carlo Petrini impegnato con l’imminente apertura del salone del gusto di Torino, Antonello Velardi – Giornalista, Capo Redattore Il MattinoMassimo Gargano – Presidente Coldiretti Regione Lazio.

Al termine un aperitivo a base di prodotti tipici offerto in collaborazione con la Condotta Slow Food Golfo di Gaeta.

 

Qui di seguito la locandina (fonte: eventiesagre.it)