Archivi tag: sociale

Premio Psyche: Pausa Caffè

Vi invitiamo a partecipare, divulgare, aiutare (e magari anche finanziare 😉 ) la settima edizione del PREMIO PSYCHE.
In una cornice nostrana, il Laboratorio Foto Creativo Maricae 1 ha scattato le fotografie per la pubblicita’ di questa edizione. Il tema: ” PAUSA CAFFE’ ”

Si riparte!! Il Premio è rivolto anzitutto a persone che stanno affrontando un percorso terapeutico, anche con l’aiuto della loro creatività.

Il Premio Psyche Yes, I know my way ha la finalità di dar valore alla creatività di persone e gruppi che abbiano seguito un percorso psicoterapeutico.

L’iscrizione è gratuita ed aperta a  persone (o gruppi) che stiano compiendo un percorso terapeutico a partire da condizioni di disagio psicosociale, preferibilmente in contatto con operatori della Salute Mentale (pubblici, privati o del Terzo Settore).

Per iscriversi bisogna  consegnare o inviare quanto realizzato entro il 31GENNAIO 2013 alla segreteria del nostro Premio

ASSOCIAZIONE ITER Onlus c/o Comunità Ter. Marica 1 v. Fontana di, Voza, 10  04026 Minturno (LT) Per scritti, foto o altri materiali in formato file è preferibile provvedere anche  al l’invio via e-mail all’indirizzo premiopsyche@iteronlus.it

 

Minturno: la famiglia finalmente torna protagonista, al castello Baronale

“La Casa sulla roccia: la Famiglia, tra lavoro fatica e festa”: è questo il tema del convegno che si terrà a Minturno Sabato 17 marzo alle 18:45 presso il castello Baronale, organizzato dall’Azione cattolica della forania di Minturno, nell’ambito della settimana sociale nazionale. Tale convegno si colloca  nel contesto di una serie di incontri  (di cui avevamo parlato già nelle nostre pagine) che nelle singole parrocchie stanno registrando una notevole partecipazione, in preparazione del settimo incontro  mondiale delle famiglie  che si terrà a Milano dal 30 maggio al 3 giugno 2012.

 
Gli organizzatori evidenziano che il lavoro e la festa sono modi in cui l’uomo vive il tempo che lo caratterizza; il lavoro come condizione per rendere possibile la formazione di una famiglia la quale esige mezzi di sussistenza che l’uomo acquista mediante il lavoro.

Nell’esperienza del tempo cristiano, accanto al ritmo del lavoro, si pone la festa, intesa come “tempo per me”, come “tempo per gli altri” e come “tempo per l’Altro”.                                                                                                                                                                                Nella vita di ogni famiglia gioie e soddisfazioni, difficoltà e sofferenza s’intrecciano quotidianamente; ritmi lavorativi spesso eccessivi, coppie che a volte si ritrovano nel buio di una relazione divenuta difficile, il rapporto educativo con i figli che tante volte diventano muti e distanti perché in crisi.

Tuttavia, nella prospettiva della Speranza Cristiana, è possibile traghettare la famiglia al di là delle ombre, anche  dotandosi di strumenti adeguati da ricercare dentro la famiglia stessa, ma anche e soprattutto al di fuori di essa, sollecitando una politica maggiormente attenta alla persona, alla famiglia, al lavoro.

Sono questi i nodi che si toccheranno appunto nel convegno promosso dall’Azione Cattolica della Forania di Minturno: introduce i lavori Don Simone De Vito, Vicario Foraneo di Minturno; relatori Claudio Gessi, responsabile regionale della CEL – Conferenza Episcopale Laziale Ufficio della Pastorale Sociale e del Lavoro; Francesco Treglia, psicologo e psicoterapeuta della coppia; Francesca e Domenico Pascaretta, responsabili della Casa Famiglia San Francesco di Anagni – Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII.

A.A.

 

fonte: arcidiocesi di Gaeta, ufficio stampa